Io volo

Vento,

portami via

tu che sai dove si nasconde la felicità.

 

Vento,

salvami

dall’aridità

di questo mondo

di questa gente,

 

da me ormai reputata

estranea

senza cuore

falsa.

 

Vento,

tu che aiuti le farfalle

a spiccare il volo

creature intriganti che subiscono

una metamorfosi,

 

anche io

come quelle creature,

ora sono in un bozzolo

incapace di muovermi

incapace di parlare

incapace di respirare.

 

Vento,

il momento è alle porte

da bruco

mi trasformerò in farfalla.

Spiccherò il volo

e planerò

in un posto magico

a me

estraneo.

 

Vento,

cullami.

Quella ragazza

Mi sdraio

nei papaveri

nelle violette

nelle margherite.

 

Il sole splende

come il sorriso della ragazza.

 

Un gatto si avvicina

felino felino

miagola miagola

alla sua vista mi commuovo,

come le nuvole a Febbraio.

 

Il sole svanisce

come il sorriso della ragazza.

Ma la luna si avvicina

e i suoi occhi risplendono.

 

– Poesie&Papaveri

Benvenuti su Poesie&Papaveri.

Salve a tutti,

sono una giovane poetessa incompresa che usa il potere e la magia della poetica per colmare il vuoto che c’è in lei e per studiare ed analizzare i suoi “complessi” (o così le piace chiamarli) pensieri.

Sono una poetessa semplice, infatti le mie liriche sono nude e crude, senza troppi giri di parole. Spero che riuscirete a comprenderle, amarle e soprattutto a viverle, cercando di immedesimarvi nelle mie paranoie, angosce, pensieri e sogni.

Vi chiederete come mai ho chiamato il mio blog Poesie&Papaveri. “Poesie” poiché questo blog sarà interamente dedicato alla presentazione delle mie liriche; invece “Papaveri” perché, come scoprirete quando inizierete le vostre letture, sono i miei fiori preferiti, nonché la mia più grande fonte di ispirazione e felicità! Inoltre, sono uno dei simboli usati dal mio pittore preferito, Claude Monet.

In conclusione, non posso che ri-inaugurarvi una piacevole lettura.

Grazie,

Poesie&Papaveri.